Il Festival nazionale dei fiori di ciliegio è tornato di persona e ha dato priorità agli eventi accessibili in seguito ai ritardi pandemici che hanno spinto il festival per eccellenza a un formato online negli ultimi due anni.

Meg Cohen, direttore marketing e comunicazione del festival, ha dichiarato che gli organizzatori del festival hanno attinto a eventi remoti e ibridi degli ultimi due anni per rendere la celebrazione di quest’anno sempre più accessibile e coinvolgente. Abbiamo parlato con un musicista e un artista visivo che si sono detti desiderosi e” onorati ” di partecipare al festival attraverso eventi ibridi e opere d’arte esperienziali.

” Le persone si sentono davvero speranzose, e penso che in questo momento tutti lo vogliano”, ha detto Cohen. “È qualcosa di divertente e leggero e qualcosa che ci unisce. Ora più che mai, vogliamo davvero quel senso di unità.”

Il festival di quattro settimane ha preso il via all’inizio di questo mese, con eventi che vanno dai laboratori di kite-making alle mostre d’arte. Ora che i fiori di ciliegio sono in fiore, si può ancora guardare avanti per le decine di eventi a venire, come il Festival di strada giapponese e la classica parata nazionale Cherry Blossom Festival.

Cohen ha detto che uno degli eventi da attaccare dal formato ibrido dello scorso anno, che ospita le linee guida COVID-19, è Art In Bloom, una gigantesca caccia al tesoro a tema cherry blossom con statue collocate in tutto il distretto.

Ha detto che oltre a continuare la caccia al tesoro all’aperto, il festival metterà su un Petalpalooza Art Walk di due settimane di 10 installazioni “immersive”. La passeggiata mostrerà nuove interpretazioni dei fiori attraverso il quartiere Capitol Riverfront, come Blossom Gazebo, una grande scultura immersiva che i visitatori saranno in grado di entrare.

“Sappiamo che soprattutto con COVID, tutti sono in un posto diverso”, ha detto Cohen. “Ognuno ha diversi livelli di comfort, ma quello che speriamo sia unanime è che tutti vogliono celebrare la primavera e questi bellissimi fiori.”

Cohen ha detto che uno degli eventi del festival, Il Festival di strada giapponese, è la più grande celebrazione della cultura giapponese nel paese e tornerà per due giorni quest’anno per il suo 60 ° anniversario. Questo festival di strada offrirà attività come un palcoscenico di arti culinarie e degustazione di sake per i visitatori di sperimentare la cultura giapponese.

Cohen ha detto che il festival introdurrà “Un Pop di primavera”, un nuovo evento in collaborazione con il DowntownDC Business Improvement District dove gli ospiti possono godere di intrattenimento dal vivo, sostenere i venditori locali o rilassarsi in panchine oscillanti, offrendo un’atmosfera simile a quella del mercato delle vacanze del centro di Washington.

Yumi Kurosawa, un performer giapponese koto con sede a Brooklyn e compositore che si esibisce al festival, ha detto che era originariamente previsto per esibirsi in un concerto che celebra il pittore e calligrafo giapponese Tomioka Tessai prima dell’inizio della pandemia.

Ha detto che ha creato un ensemble speciale mescolando strumenti giapponesi e cinesi per onorare Tessai, il cui lavoro è stato influenzato dall’arte cinese, ed esibirsi in un evento del festival in collaborazione con la Freer Gallery of Art la prossima settimana.

” Mi ci è voluto un po ‘di tempo per decidere che tipo di musica devo arrangiare e comporre musica per questo ensemble, ma è stato molto divertente”, ha detto Kurosawa. “E anche questo programma di concerti è stato ispirato da Tomioka Tessai, quindi ho anche attraversato il suo viaggio di vita, e questo è stato un processo davvero interessante.”

Ha detto che il trio eseguirà alcune delle sue nuove musiche originali commissionate dalla galleria, così come famose canzoni giapponesi e musica cinese.

“Ho deciso di fare canzoni giapponesi tra cui ensemble di strumenti cinesi e canzoni cinesi tra cui ensemble giapponese e occidentale”, ha detto. “Questo sta già fondendo culture ed elementi diversi, che amo, come un tipo cosmopolita di ensemble.”

Lea Craigie-Marshall, l’artista ufficiale del festival di quest’anno, ha progettato le opere d’arte ufficiali del festival, tra cui gli aquiloni al Blossom Kite Festival dello scorso fine settimana e la Metro card a tema Cherry blossom disponibile per l’acquisto alle fermate della metropolitana L’Enfant Plaza e Navy Yard.

Ha detto di aver collaborato con il festival alla caccia al tesoro dello scorso anno quando ha presentato Crane’s Dance, una scultura ispirata alla leggendaria credenza giapponese che le gru portano le anime in cielo, rappresentando le vite perse a COVID-19.

Craigie-Marshall ha detto che il suo gazebo al Petalpalooza Art Walk permetterà ai visitatori di entrare nel lavoro e fornire una panchina per la meditazione. Ha detto che il pezzo, che è una versione 3D della sua opera d’arte originale per il festival, fornisce una “esperienza sensoriale” per gli ospiti di immergersi in.

Ha detto che la scultura Americans with Disabilities Act-compliant offre stimoli sensoriali come campanelli eolici, luci e il profumo dei fiori di ciliegio per garantire che la sua scultura fosse fisicamente accessibile a tutti i partecipanti.

” L’intero festival è così accessibile”, ha detto Craigie-Marshall. “Ci sono così tante opzioni diverse che mi sento come se tutti fossero i benvenuti e tutti potessero goderselo.”

Ha detto che come parte della Passeggiata artistica, inviterà anche gli ospiti a dipingere dal vivo una scultura in fiore di ciliegio con lei a Petalpalooza il 16 aprile.

“Sarà davvero vivace”, ha detto. “Questo è quello che volevo che la mia arte fosse quest’anno dato che siamo tornati di persona, finalmente in grado di stare insieme. Penso che dovrebbe essere una festa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.