Pallavolo capo allenatore Sarah Bernson non tornerà al programma dopo aver scontato quattro anni nella posizione.

Il dipartimento ha annunciato il mese scorso che Bernson non tornerà come allenatore e funzionari di atletica inizierà immediatamente la ricerca di un nuovo allenatore. L’annuncio è arrivato solo due giorni dopo che Bernson ha annunciato l’aggiunta di tre nuove reclute per la stagione 2022.

“Apprezziamo gli anni di servizio di Sarah ai nostri studenti-atleti GW e ai nostri alunni”, ha detto il direttore atletico Tanya Vogel nel comunicato. “Sarah ha guidato il nostro programma di pallavolo attraverso momenti estremamente difficili ed è stato un contributo chiave alla vita e alle esperienze del nostro staff. Siamo grati a Coach Bernson per il suo impegno verso i suoi studenti-atleti e il suo contributo al nostro intero dipartimento.”

Atletica comunicazione socio Ashley Harding ha rifiutato di facilitare le interviste con i funzionari del dipartimento per quanto riguarda l ” uscita.

Bernson è arrivato per la prima volta al programma come nono capo allenatore durante la stagione 2017-18. Durante la sua stagione di debutto con i Colonials, Bernson ha portato la pallavolo alla final four dell’Atlantic 10 Championship, dove è diventata la prima squadra nella storia della A-10 a vincere nell’attuale formato postseason come testa di serie n.6, rovesciando No. 3 Saint Louis in un selvaggio affare di cinque set. I Colonials terminarono l’anno con un record di 11-21 e un record di 6-8.

Durante il suo secondo anno al timone, i Colonials ha colpito un segno 11-15, chiudendo la stagione su una nota forte dopo aver vinto le ultime tre partite. Nella stagione successiva, i Colonials sono entrati nel campionato A-10 come seme numero 4, il loro più alto seeding dal 2015. Ha terminato la sua carriera in GW con un record complessivo di 40-84 e ha registrato solo un anno vincente in cinque stagioni, guadagnando un record complessivo di 15-14 e un record di 8-6 conference in 2019.

Prima di venire a GW, Bernson servito come assistente allenatore alla American University per cinque stagioni, dove ha aiutato gli Eagles ad un record complessivo di 136-36 con quattro campionati consecutivi Patriot League e viaggi al torneo NCAA.

Prima del suo tempo in American, ha trascorso otto stagioni alla Cornell, di cui tre anni come capo allenatore, dove ha guidato il Big Red a tre campionati Ivy League da 2004-06 e due apparizioni nei tornei NCAA. Il suo tempo alla Cornell è stato evidenziato dallo sviluppo del primo leader di kills All-american e di tutti i tempi del programma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *